Tags

, , , , , ,

 

Un docu-film, non un reality show, sulla scuola, per chi la vive adesso e per chi l’ha lasciata dieci e qualcosa anni fa. Dieci studenti e alcuni ex studenti ultratrentenni. Una a Bruxelles, due a Londra, in molti a Bergamo.
Tutti con una cosa in comune: la stessa scuola superiore, il liceo Classico Paolo Sarpi.
La scuola che è alma mater e matrigna, impegno, fatica, soddisfazioni, delusioni che bruciano ma anche leggerezza, visi spianati e luminosi, stanchezza che non si fa sentire mai, senso di onnipotenza e di una giovinezza infinita.
Scuola, che quando ci sei tutti gli adulti ti dicono di godertela. E tu che ti chiedi dove sia il piacere in quello che fai…. E ti domandi che cosa possa essere la vita al di fuori della scuola.

photo credit- umjanedoan via photopin cc

Quel che resta, dopo 12 anni, è una galleria di ricordi, qualche nozione scolastica piuttosto nebulosa e delle memorie, 
diverse per ognuno di noi. Se si è interessati alla psicanalisi, la scuola e le esperienze di formazione sono
una ricca fonte di discussione.

Il team di Oki Doki  è volato a Londra per un paio di giorni alla fine di Aprile, inseguendomi con telecamera e microfoni. Dal viaggio a lavoro in bicicletta via Boris Bike (per chi non vive a Londra è la bike sharing. Prende il nome da Boris Johnson, biondissimo sindaco londinese, appassionato di biciletta e responsabile per il lancio dello schema), il caffè nel tazzone di carta da acchiappare prima di entrare a lavoro, il BlackBerry sempre acceso e da controllare, le telefonate che non finiscono mai.

lphoto credit- gummitch via photopin cc.jpg

E poi la vita nella città che offre tutto ed il contrario di tutto, raccontata davanti ad un bicchiere di vino, le passeggiate, le corse sul Tamigi, dove soffia sempre aria fredda e implacabile, fiume in secca o in piena, con le onde alte e minacciose che sembra ci si possa fare surf.
Nel film ci sarà un po’ della mia vita. Non vedo l’ora di vederne i frammenti sul grande schermo.

 

 

Advertisements