Tags

, , , , , ,

Gli anni e i giorni, due frecce, due correnti temporali che vanno verso il passato e il futuro, due direzioni che non si toccano, ma che scorrono parallele. E’ quel che resta di un anno scolastico, l’ultimo, quello decisivo, raccontato dai volti freschi e ancora in evoluzione di giovani studenti, impegnati nello studio e nella scelta dell’università.
 
E poi c’è tutto il resto, quel che rimane della scuola nei ricordi degli ex studenti un po’ più maturi, che oggi si confrontano con lavori, famiglie e qualche capello bianco, o in meno.
Il filo rosso e centro nevralgico di questa storia è lo storico liceo classico Paolo Sarpi di Città Alta, ma si potrebbe ambientare questa storia in molte altre scuole d’Italia.
 
Nel film ci sono le stagioni, le vite, i simboli della scuola. In sala si sentivano i singhiozzi, le risate, i sospiri. Gli anni di scuola ti segnano.
Io mi sogno ancora la mia maturità. anni-e-i-giorni
 
Sono tornata al Sarpi dopo più di dieci anni da quel momento, lo scorso anno, poco prima di Natale. Il mio stupore e le mie sensazioni sono state catturate in presa diretta, e inserite nel film. Come la mia vita a Londra, dove la troupe mi ha seguita per un paio di giorni, immortalando attimi di vita e di ordinaria quotidianità, dal viaggio verso l’ufficio, il lavoro, il tempo libero.
 
Il film è toccante. Mi è piaciuto ritrovarmi nelle parole degli altri ex studenti e dei maturandi, che esprimono tutti punti di vista validissimi sulla scuola e sul mestiere di crescere.
 
Il film sintetizza tutti questi flussi di pensieri, con la fotografia e la colonna sonora a tenere insieme il tutto, senza stereotipi, personaggi, contrapposizioni ovvie tra i caratteri.
La condizione di studente ci accompagna ben oltre la maturità e gli esami continuano ad oltranza nella vita. Meglio essere allenati.
 
Lo spaccato offerto da Gli anni e i Giorni potrà anche servire a migliorare la scuola? Probabilmente, ma solo se anche gli altri giocatori, gli insegnanti e i dirigenti scolastici, inizieranno a pensare agli studenti come individui, e alla scuola come un luogo dove si sviluppano individui, non portatori di nozioni.
 
www.gliannieigiorni.it
 
GLI ANNI E I GIORNI trailer vimeo.com
Gli_Anni_I_Giorni_02
 
E la recensione del Sole 24 Ore: http://cinema.ilsole24ore.com/film-brevi/2012-12-17/scuola-anni-giorni-00024234.php 
Advertisements