Tags

, , , ,

Ecco una conversazione di un paio di mesi fa.

Art manager di una fondazione: “Ciao Alessandra, ti piacerebbe partecipare a una nuova commissione artistica?”

IO: “Scusa, intendi dire una fotografia artistica con me come soggetto?”

Art manager: “Si, e la fotografa sarà Venetia Dearden.

Magari conosci già alcuni dei suoi lavori, perché sono stati esposti in diverse occasioni alla National Portrait Gallery, e  ha contribuito al lancio di Cara Delavigne e di altre modelle di successo. Il ritratto che abbiamo commissionato diventerà parte della nostra collezione permanente e una copia sarà consegnata a te.

Se ti sembra una cosa fattibile e ti piace l’idea, dobbiamo accordarci su un luogo che abbia un significato per te e dove ti piacerebbe essere fotografata.”

Lascio alla vostra immaginazione la mia reazione.

Ma certo che si!

Ecco quello che ho visualizzato nella mia testa quando mi hanno parlato del ritratto

……..

Lascia passare qualche settimana ed eccoci pronti a scattare. Venetia e i suoi due assistenti – James e Stuart – vengono a casa mia. E’ un freddo sabato di Marzo, tipico di questo inverno che non sembra voler finire. Fa freddo fuori, giacca e sciarpa sono d’obbligo. Venetia guarda al mio guardaroba e insiste perché indossi una giacca scura di taglio classico, la sciarpa di visone che era di mia nonna e, tocco finale, il cappello. Si focalizza proprio su quello perché’, secondo lei “Finisce il look e comunica un’allure di glamour europeo”. Adoro come parlano le persone che lavorano nella moda.

E’ un piacere chiacchierare con lei e i suoi collaboratori. In ascensore nota il mio anello di fidanzamento. Anche lei si è appena fidanzata e si sposerà a novembre di quest’anno, quindi ha l’occhio allenato e nota cosa aleggia sulle dita delle altre donne.

Suggerisce quindi di non trascurare questo dettaglio ed aggiunge” “E’ un oggetto simbolico e cattura più di ogni altra cosa l’essenza di questo momento della tua vita.” Come darle torto.

Scelgo il Chelsea Embankment e Battersea Park come set per il servizio fotografico. Sono vicino a casa e amo trascorrervi il weekend. Camminiamo per qualche minuto e ci ritroviamo nel parco, circondati dalla solita fauna del sabato mattina: gente che corre, famiglie giovani e felici, donne impegnate a scolpirsi nuovo corpo con l’aiuto del personal trainer, dog sitter con cani imbellettati. Alcuni ci guardano e si chiedono che cosa ci fanno due tipi con dei pannelli riflettenti giganteschi, una fotografa e una tipa che fa da soggetto. E che chiaramente non è una modella. Lasciamoli fantasticare. Io continuo a sorridere, a loro e alla lente della macchina fotografica.

Il team di fotografi è eccezionale: talentuosi, simpatici e super professionali. A volte nella vita accadono cose che non avresti mai osato nemmeno sognare. Adoro il mio ritratto.

Sembro una spia.

http://www.venetiadearden.com/en/

Pioggia, bicicletta. Potrei essere io. Ma non sono io.  Per il ritratto vero, rimando al post in inglese

Pioggia, bicicletta. Potrei essere io. Ma non sono io. Per il ritratto vero, rimando al post in inglese

 

 

 

 

Images credit: http://www.flickr.com/photos/kevinpaulmorris/6107818878/

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/nickwheeleroz/2773776799/”>nickwheeleroz</a&gt; via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a&gt; <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a&gt;

 

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/kevinpaulmorris/6107818878/”>Kevin_Morris</a&gt; via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a&gt; <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/”>cc</a&gt;

Advertisements