Tags

, , , , ,

Fino a qualche anno fa il venerdì era giorno giusto per comperare il pesce e la pasta. Le nostre madri, manager e pianificatrici organizzatissime, compravano gli gnocchi per il venerdì, le tagliatelle per il sabato e i quadrucci da fare in brodo per il lunedì. Sì, perché’ il lunedì bisognava stare leggeri, iniziare la dieta, e un bel brodino arricchito dai quadrucci era la soluzione per bilanciare il brasato e le torte mangiate il giorno prima. 1016581_565855026790979_1045149545_n

Erano giorni dalle ore lunghe e infinite, soprattutto quelle pomeridiane, giorni in cui le stagioni e gli anni fiscali non avevano senso, ma solo le vacanze scolastiche dettavano il ritmo. In quei giorni il pastificio era un negozio piccolo, e si trovava in ogni quartiere. Le macchine erano a vista e due generazioni della stessa famiglia impegnate a portare avanti il business, lavorando nel fronte e nel retro bottega. Pochi i prodotti in vendita, a cui se ne sono aggiunti una manciata negli ultimi anni.

Se la via fosse un film, potremmo premere il tasto “forward” e ritrovarci in un secondo a Shoreditch, East London. Il pastificio Burro e Salvia è la versione 2.0 del tradizionale pastificio italiano, sapientemente affacciato sulla strada più hip di questa zona così vibrante e di tendenza. Il design dell’ interno è minimalista con l’anima, e tutti gli elementi che lo compongono sono stati scelti con attenzione e fantasia: la tazzina del caffè, l’etichetta del pacchetto, i grembiuli, il sapone per le mani di Aesop.

1254_572422542800894_1431844088_n

Pasta, gnocchi, ravioli. Tutto viene preparato davanti ai clienti, dietro ad un bel bancone di Corian, pronto per essere portato a casa e cucinato a piacere, o ancor meglio gustato direttamente nella zona ristorante nel retro del locale, o al banco, seduti su uno sgabello, mentre si osserva il mondo passare davanti. Per chi opta per la prima possibilità Gaia Enria – la proprietaria –  allega al pacchetto un foglietto di istruzione su come si cucina la pasta. Insomma, nessun rischio di pasta collosa o ravioli che si sfracellano in pentola per chi non ha mai osato cucinare.

Il menu di Burro e Salvia è tradizionale e stagionale, arricchito da qualche sorpresa. Per esempio gli gnocchi di ricotta e spinaci che ho assaggiato io – perfetti per una giornata estiva non troppo calda –mi hanno sorpreso con una punta di menta nel retrogusto.

1016589_573383286038153_366436613_nVorrei portare a scoprire questo posto i miei amici italiani, a Londra per un weekend o per sempre, mostrando loro come alcuni capisaldi della cultura culinaria italiana possono ancora essere esportati, e  direi anche arricchiti e rivitalizzati. Come? Facendo attenzione ai dettagli, all’esperienza del cliente e aggiungendo un tocco di design. E ricordandoci che una cosa semplice come la pasta, puo’ essere divina. Tutto quel di cui ha bisogno è attenzione e un bel contesto.

A proposito, una porzione di pasta – da sola – non fa ingrassare.

E aiuta la produzione di serotonina.

https://www.facebook.com/burroesalvia?fref=ts

www.http://burroesalvia.co.uk/

Advertisements